Novità FIAT al Salone di Francoforte 2013

On 9 settembre 2013, in News, by Matteo

Al Salone Internazionale 2013 di Francoforte, che ha raggiunto la 65^ edizione e che si terrà dal 12 al 22 settembre, Fiat presenta la Panda 4×4 Antartica, l’edizione limitata che celebra i 30 anni della Panda 4×4, l’esclusiva versione Black Code di Freemont e tre nuove motorizzazioni per la famiglia 500. Ecco le novità nel dettaglio:

Panda 4×4 Antartica

Fiat Panda Antartica

La nuova serie speciale si caratterizza, all’esterno, per la carrozzeria bicolore (bianco e tetto nero) e da alcuni particolari elementi che aggiungono ancora più personalità alla piccola city car 4×4 : cerchi in lega da 15″ grigi diamantati, coprimozzo arancione, fendinebbia, cristalli Privacy, calotte degli specchi verniciati arancione e badge dedicato sul montante centrale.
All’interno, spicca l’abbinamento cromatico grigio e arancione per i rivestimenti mentre le caratteristiche di versatilità e abitabilità sono confermate dal sedile posteriore a 3 posti con schienale abbattibile 60/40 e dal sedile del guidatore regolabile in altezza. Commercializzata in edizione limitata entro la fine dell’anno, Fiat Panda 4×4 Antartica sarà disponibile con i propulsori 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV e il diesel 1.3 Multijet II da 75 CV.

Le novità della famiglia 500

0.9 TwinAir da 105 CV su tutta la gamma 500
Il motore 0.9 TwinAir da 105 CV, che spicca per temperamento brillante e consumi ridotti, sarà commercializzato entro la fine dell’anno sull’intera gamma 500. In particolare, abbinato al cambio manuale a 6 rapporti, eroga 105 CV a 5.500 giri/min ed esprime una coppia massima di 145 Nm a 2.000 giri/min, regalando prestazioni di tutto rispetto: 188 km/h di velocità massima e appena 10 secondi per accelerarr da 0 a 100 km/h. Il tutto a fronte di consumi ed emissioni di CO2 ai vertici della categoria: sul ciclo combinato di omologazione sono rispettivamente 4.2 litri/100 km e 99 g/km.

1.6 Multijet II e 1.4 T-Jet: 120 CV per 500L, 500L Trekking e 500L Living
Il propulsore 1.4 T-Jet da 120 CV si caratterizza per prontezza nella risposta all’acceleratore, robustezza ed affidabilità. In dettaglio, eroga 120 CV (88 kW) di potenza massima ottenuta a 5.000 rpm ed ha una coppia massima di 206 Nm a 1.750 rpm. Ciò garantisce un’elasticità di marcia elevata, un ridotto uso del cambio e una risposta grintosa. A ciò contribuisce la ridotta inerzia del turbocompressore, che consente di ottenere le massime prestazioni al comando dell’acceleratore, senza i fastidiosi ritardi tipici di questo tipo di motorizzazioni.
Con il nuovo 1.6 MultiJet II da 120 CV Fiat 500L assicura ottime performance dinamiche a fronte di consumi ed emissioni ridotti. Inoltre, al pari delle altre versioni a gasolio, il 1.6 MultiJet II necessita di un tagliando ogni 35.000 km (oppure ogni 2 anni) per mantenersi in perfetta efficienza.
L’adozione di un turbocompressore a geometria variabile di piccole dimensioni permette al propulsore di esprimere una coppia elevata ai bassi regimi (320 Nm a 1.750 giri/min) offrendo così la massima elasticità di marcia. Ma il cuore del 1.6 MultiJet II da 120 CV è senza dubbio il sistema d’iniezione Common Rail di terza generazione, che utilizza iniettori innovativi capaci di controllare con grande precisione la quantità di gasolio iniettata in camera di combustione con una sequenza di iniezioni particolarmente rapida e flessibile.

Freemont Black Code

Fiat Freemont BlackCode

Disponibile con trazione anteriore e AWD, la versione Black Code rappresenta il top di gamma della famiglia Freemont in termini di contenuti e stile. Contraddistinta da un design esclusivo, la nuova versione propone inediti particolari nero lucido, quali la griglia frontale, le calotte specchio e gli esclusivi cerchi in lega da 19″. Nere anche le cornici dei fari anteriori, a caratterizzare ulteriormente l’estetica della vettura.
All’interno spiccano alcuni contenuti che accentuano il comfort e il piacere del viaggio: dal climatizzatore automatico tri-zona al cruise control, dagli interni in pelle con sedili riscaldati (quello del guidatore è anche regolabile elettricamente) al sistema keyless entry/go, dai sensori di parcheggio posteriori ai retrovisori ripiegabili elettrici. Nel campo della dotazione infotelematica offre di serie il navigatore satellitare a mappe da 8,4″ Touch Screen con lettore DVD e slot SD, connessione Bluetooth, telecamera posteriore di parcheggio e impianto audio Premium con 6 premium speaker, amplificatore da 368 watt e subwoofer.

Tagged with:  

Fiat Panda Monster Truck: una Panda mostruosa!

On 7 dicembre 2012, in News, by Matteo

Per mostrare le prestazioni off-road della nuova Panda 4×4 Fiat ha scelto di ricorrere alle tecniche scenografiche del cinema unite a quelle dell’elaborazione automotive. Nasce così Panda Monster Truck, un prototipo realizzato da Fiat in collaborazione con Mercurio Cinematografica, lo scenografo Andrea Faini e L’Officina di Fabio Gementi.

Fiat Panda Monster Truck

Un fotogramma dello spot TV in onda a partire da gennaio 2013

La versione Monster Truck unisce una Panda 4×4 al pianale di una Jeep CJ7 4200 ed è dotata di ruote da trattore stradale con gomme “High Speed” del diametro di 150 centimetri e larghe 50 cm montate tramite delle flange in ferro pieno tornite appositamente. Il risultato finale è una Panda ‘big foot’ alta ben  390 centimetri, lunga 380 cm e larga 250 cm. Per realizzarlo sono state impiegate poco più di due settimane di lavoro ponendo la massima cura nel collegare tra le due vetture il sistema di sterzo e la frizione, l’acceleratore e i freni.

Perfettamente funzionante, la Fiat Panda Monster Truck sarà protagonista del prossimo spot, realizzato dall’agenzia Leo Burnett, on air all’inizio del 2013.

www.campellomotors.it

Tagged with:  

Si aprono gli ordini della Panda TwinAir Turbo Natural Power, la prima utilitaria al mondo ad adottare un motore bicilindrico turbo alimentato a metano. Il nuovo propulsore, in grado di erogare 80 CV, vanta consumi contenuti, 3,1 kg/100 km nel ciclo combinato, e ridotte emissioni di CO2, solo 86 g/km.

Disponibile negli allestimenti Pop, Easy e Lounge, con prezzi di listino rispettivamente di 13.950 euro, 14.700 euro e 15.950 euro, la Fiat Panda Natural Power si conferma una soluzione intelligente soprattutto in un periodo in cui il prezzo di benzina e gasolio aumenta costantemente.

I punti di forza del nuovo propulsore

Nuova Panda Twinair Natural Power

Nuova Panda Twinair Natural Power

La Fiat Panda è la prima vettura al mondo ad essere equipaggiata con un piccolo motore bicilindrico turbocompresso, alimentato a metano/benzina, che concilia un’elevata potenza specifica alla riduzione dei consumi ed al divertimento di guida.

Sulla nuova Panda Natural Power, rispetto alla generazione precedente, grazie alle carreggiate allargate ed alla sospensione posteriore a ponte torcente con maggiore rigidezza a rollio, il comportamento stradale in termini di handling e comfort è nettamente migliorato, rendendo la vettura ancora più sicura e piacevole da guidare.

Eccellente anche l’autonomia che, a fronte di un miglioramento delle prestazioni del 30%, è aumentata di circa il 10% se confrontata con la Panda Classic 1.4 Natural Power. Inoltre, rispetto alla versione benzina della nuova Panda, il serbatoio è pressoché invariato, vantando una capienza di ben 35 litri.

Inoltre, considerando la capacità di carico delle bombole di metano pari a circa 12 Kg, un pieno di gas naturale costa appena 11,7 euro (prezzo medio ad agosto 0,979 €/kg). Senza contare che la disposizione sotto il pianale dei due serbatoi di metano consente di mantenere pressoché invariata la volumetria utile del bagagliaio (200 litri).

Non solo. Grazie al risparmio sul carburante è possibile in tempo breve azzerare la differenza di prezzo tra la versione Natural Power e quella a benzina 1.2 69 CV: infatti, ipotizzando una percorrenza annua media di 12.000 Km su ciclo urbano, si risparmiano circa 1.150 €/anno e quindi in poco più di 3 anni ci si ripaga l’investimento iniziale.

Descrizione tecnica

La nuova Panda Natural Power, come tutte le vetture Fiat a metano o GPL, è di primo impianto (OEM), quindi prodotta in fabbrica e garantita dal brand stesso.

Uno spaccato del bicilindrico Twinair

Uno spaccato del bicilindrico Twinair

In particolare, rispetto alla versione benzina, il TwinAir bi-fuel dispone di elementi specifici per il sistema di alimentazione tra cui il collettore di aspirazione, gli iniettori, il sistema elettronico di controllo del motore e le sedi valvole con geometria specifica e realizzate in materiale a bassa usura. La perfetta integrazione di tutti i componenti con il sistema MultiAir ed il turbocompressore, oltre a garantire la massima affidabilità, non altera in alcun modo le prestazioni e la guidabilità della vettura quando funziona a metano.

Infine, gli impianti di alimentazione a metano e benzina sono fra loro indipendenti: di norma la vettura funziona a metano e solo l’avviamento si effettua sempre a benzina, passando subito dopo e automaticamente all’altro sistema. L’intervento a benzina è richiesto solo quando il gas nelle bombole è prossimo all’esaurimento e, comunque, è sempre possibile passare da metano a benzina e viceversa volontariamente, premendo un pulsante posto sulla plancia.

Se stavi aspettando la Panda Natural Power ma ti sembra che il prezzo sia troppo alto, potresti dare un’occhiata alle nostre scontatissime KM Zero 1.2 benzina su cui con poco è possibile installare l’impianto GPL! :)

Tagged with: