Jeep Renegade-Night-Eagle

Jeep Renegade-Night-Eagle

La gamma Jeep torna a stupirci con la nuova Jeep Renegade “Night Eagle”, una serie speciale in edizione limitata che accentua il design unico del primo modello Jeep.
Costruita in Italia nello stabilimento di Melfi, il crossover punta a conquistare non solo il mercato italiano ma anche quello internazionale, infatti verrà commercializzata in ben 100 paesi diventando un’auto globale.

Nata sulla base dell’allestimento Longitude, ma si contraddistingue per alcuni elementi di design grigio scuro satinato, che ne esaltano l’unicità come i loghi “Jeep”, la griglia anteriore, le cornici dei fendinebbia, le barre sul tetto e il logo dedicato, che sono abbinati agli esclusivi cerchi in lega da 17” di colore nero con pneumatici M+S.

La guida confortevole è assicurata dalla ricca dotazione di serie come il volante in pelle con comandi, i nuovi sedili in tessuto “bark brown” con regolazione lombare elettrica per il guidatore, il sistema multimediale UConnect Radio LIVE con schermo da 5 pollici, climatizzatore manuale, quadro strumenti TFT 3.5″, cruise control e sensori di parcheggio posteriori.

La nuova Jeep Renegade “Night Eagle” è disponibile con il propulsore turbodiesel 2.0 Multijet da 120 CV abbinato al cambio manuale e trazione integrale “Jeep Active Drive” che permette, a qualsiasi velocità, un passaggio fluido dalla trazione integrale alle due ruote motrici.

Vieni a provarla nelle sedi Jeep di Campello Motors
Mestre in Via Saragat 22 ed a Padova in Corso Stati Uniti 1/51.

Tagged with:  

Nuovi motori e cambi per Jeep Renegade

On 4 giugno 2015, in News, by Matteo

La nuova Renegade, il primo modello Jeep costruito in Italia ed esportato in 100 Paesi del mondo, amplia la sua gamma con tre nuove motorizzazioni che sapranno soddisfare qualunque esigenza: 1.6 E-torQ da 110 cavalli, 1.4 Multiair da 140cv e cambio automatico a doppia frizione, 1.4 Multiair da 170 cavalli e cambio automatico a 9 rapporti.

Jeep Renegade CampelloMotors nelle colline sui pressi di MelfiIl 1.6 E-torQ da 110 CV di potenza e 152 Nm di coppia è disponibile sugli allestimenti Sport e Longitude in abbinamento al cambio manuale a cinque marce e alla trazione anteriore. Con un listino prezzi che parte da 20.800 euro, consente a un pubblico più ampio di entrare nel mondo Jeep e di soddisfare quanti sono alla ricerca di una vettura funzionale e capace di assicurare ottime performance (178 km/h di velocità massima e 11,8 secondi per passare da 0 a 100 km/h), il tutto a fronte di emissioni e consumi contenuti: nel ciclo combinato, i valori sono rispettivamente 141 g/km di CO2 e 6 litri/100 km.

In dettaglio, il propulsore da 1,6 litri E.torQ spicca per la sua leggerezza strutturale, grazie anche all’adozione di pistoni con rivestimento in grafite. Inoltre, le bielle forgiate in acciaio e la coppa dell’olio in alluminio contribuiscono ulteriormente alla riduzione del peso. L’albero motore è provvisto di otto contrappesi per una maggiore precisione.

La seconda novità della gamma è il potente 1.4 Turbo MultiAir II da 170 CV abbinato al cambio automatico a nove marce e trazione integrale 4×4, disponibile sulla versione Limited a un prezzo di listino da 31.000 euro. Gioiello di raffinatezza meccanica, il nuovo 1.4 Turbo MultiAir II eroga 170 CV a 5.500 giri/min di potenza massima e 250 Nm a 2.500 giri/min di coppia massima, valori che sottintendono elasticità e brillantezza, permettendo di raggiungere 196 km/h di velocità massima e di coprire lo 0 a 100 km/h in 8,8  secondi, senza per questo incidere su consumi ed emissioni di CO2 che si attestano rispettivamente intorno a 160 g/km e 6,9 l/100 km (ciclo combinato).

Il cambio automatico a 9 rapporti di Jeep Renegade La nuova motorizzazione è abbinata all’innovativo cambio a nove marce che consente al veicolo di ottimizzare la potenza sviluppata dal propulsore permettendo, allo stesso tempo, una capacità di ripresa aggressiva e un’erogazione della potenza fluida ed efficiente. Inoltre, è di serie la trazione integrale dotata del dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore che permette di passare dal 4×2 al 4×4, senza alcun intervento da parte del conducente, per assicurare una gestione permanente della coppia e una trazione ottimale quando necessaria.

Da oggi è possibile ordinare anche la Jeep Renegade, negli allestimenti Longitude e Limited, dotata di motore 1.4 Turbo MultiAir II da 140 CV, cambio automatico a sei marce con doppia frizione (DDCT) e trazione anteriore. Il listino prezzi parte da 25.800 euro per la Longitude e da 27.400 euro per la Limited. Così equipaggiata la Renegade registra una velocità massima di 181 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 in 11  secondi. Il tutto a fronte di emissioni di CO2 (137 g/km) e consumi contenuti (5,9 l/100 km).

L’innovativa trasmissione automatica a doppia frizione assicura un’erogazione continua di coppia e trazione, senza alcuna perdita di potenza in fase di cambio. Tecnicamente, il sistema è costituito da due cambi automatizzati disposti in parallelo mentre le frizioni sono del tipo “a secco” per minimizzare l’impatto sul veicolo e per massimizzare l’efficienza del sistema. Inoltre, a seconda che il conducente sia alla ricerca di una guida più confortevole o sportiva, il cambio DDCT può essere utilizzato in modalità automatica o sequenziale attraverso le posizioni UP e DOWN della leva del cambio.

Ti piacerebbe sapere come vanno? Vieni a provarle di persona!
Prenota il tuo Test Drive allo 0412580332 o allo 0498537911!

www.campellomotors.it
km0.tv

Tagged with:  
Qualche giorno fa l’utente SATA, acronimo di “Società Automobilistica Tecnologie Avanzate”, ha pubblicato un video in cui sembra che nel complesso industriale FCA di Melfi regni l’ottimismo. Nella breve e simpatica clip musicale, infatti, i dipendenti, dalla dirigenza alla catena di montaggio, ballano sulle note di “Happy”, famosa canzone di Pharrell Williams.


Lo stabilimento di Melfi, con i suoi i 5.500 dipendenti, attualmente in cassa integrazione a rotazione, produrrà, oltre all’attuale Punto, anche le nuovissime Jeep Renegade e Fiat 500X, due ragioni in più per essere felici e per sperare nel completo riassorbimento della forza lavoro. In pochissimo tempo il filmato ha superato 40.000 visualizzazioni.

Tagged with: